Liberiamo l'Italia

Liberiamo l'Italia
E' RIVOLUZIONE!!!

Movimento Rivoluzionario d'Italia

La Rivoluzione si fa nelle piazze con il popolo, ma il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano.

Quella matita, più forte di qualsiasi arma, più forte di qualsiasi lupara, è più affilata di un coltello” (Paolo Borsellino)

Libertà Uguaglianza Giustizia

Via i Corrotti! Via i Ladri! Via i Malfattori!

Viva il MoRdI Viva il Popolo Italiano Viva l’Italia

Aderisci lasciando un commento oppure scrivendo a:

movimentorivoluzioneitalia@gmail.com

"Cambiare tutto affinché nulla cambi"

L’ipocrisia del PD e le balle di Renzi.

Le riforme del Governo Renzi e di tutti quelli che l’hanno preceduto a guida PD, ma anche dei diversi governi Berlusconiani a guida FI/PDL, rispondono tutte al motto:

“cambiare tutto affinché nulla cambi”

Le riforme del Senato, del lavoro (Jobs Act), della pubblica amministrazione (PA), della scuola, delle banche, ecc., così come la riforma della legge elettorale (Italicum), proposte/attuate dal Governo Renzi, sono tutte finalizzate al mantenimento ed al consolidamento dei privilegi della Casta. Difatti, la “Casta parassita” nutrita da una classe politica e dirigente incapace, lottizzata e corrotta, che trova nel Governo Renzi la sua massima espressione, anche in forza di queste riforme:

Ø  continua a  mantenerne integra la sua impalcatura con tutti i relativi privilegi: stipendi esorbitanti (in alcuni casi superiori 100 mila euro al mese!), vitalizi, pensioni d’oro (anche superiori a 50 mila euro al mese!), finanziamenti pubblici ai partiti (i famosi rimborsi elettorali!); 

Ø  continua, imperterrita, nella depredazione di quel che resta del "Patrimonio pubblico" (privatizzando edifici, boschi, spiagge, beni culturali), spogliando completamente l'Italia;

Ø  continua a mantenere quel sistema mostruoso fatto di società partecipate, manager e dirigenti pubblici con stipendi faraonici (in diversi casi superiori al milione di euro), tenuto in piedi da norme scandalose come nomina dei parlamentari da parte dei segretari di partito, spoils system e depenalizzazione del falso in bilancio;

Ø  continua a mantenere a livelli insostenibili, per famiglie ed imprese, tutte le tasse, con particolare disagio per i contribuenti meno abbienti che godono di emolumenti inferiori a mille euro al mese come disoccupati, precari e pensionati;

Ø  continua a gestire allegramente la cosa pubblica, anche in conclamate situazioni di complicità con soggetti mafiosi, camorristici e criminali, favorendo la diffusione ed il dilagare di fenomeni di illegalità, corruzione e malaffare.

In questo contesto, dove milioni di famiglie sono state trascinate in condizione di povertà e in molti casi non riescono a sbarcare il lunario, altro che false riforme, servirebbe che:

ü  il finanziamento pubblico ai partiti fosse cancellato;

ü  il Senato fosse abolito del tutto ed il numero dei parlamentari quantomeno dimezzato (non più di 300);

ü  fosse posto fine al parlamento dei nominati, di fatto salvaguardato dall’Italicum, riformando profondamente la legge elettorale sul modello dell’elezione del sindaco e del consiglio comunale nei comuni con più di 15.000 abitanti, con la re-introduzione del voto di preferenza;

ü  fossero aboliti i vergognosi privilegi di cui godono i parlamentari (vitalizi, cumulo di stipendi e pensioni, possibilità di andare in pensione dopo una legislatura, ecc,);

ü  fosse posto un tetto agli stipendi mensili di parlamentari (5.000 euro), consiglieri regionali (3,000 euro) e dirigenti Pubblici (3.000 euro), nonché alle famose pensioni d’oro (3.000 euro) e al numero di incarichi (non più di 1);

ü  fosse posto un limite alle privatizzazioni, abolendo le norme contemplanti spoils system, manager pubblici e società partecipate (il vero cancro dell'Italia), con ritorno alla completa gestione pubblica dei servizi essenziali quali: istruzione, sanità, sicurezza, energia (elettricità, gas e prodotti petroliferi), etere (frequenze radiotelevisive), telefonia, poste, trasporti, acqua e smaltimento dei rifiuti;

ü  fosse perseguita la via di una forte semplificazione del sistema di prelievo fiscale con l’istituzione di un’unica imposta, calcolata, avvalendosi anche di appropriati studi di settore, nella misura massima del 20% del reddito effettivo delle persone fisiche e/o giuridiche;

ü  fossero profondamente revisionati i codici di procedura penale e civile al fine di disporre di un numero limitato di leggi (massimo 100 per ciascun codice), scritte in forma chiara in modo da essere comprese anche dal cittadino comune;

ü  si investisse in cultura, istruzione e ricerca promuovendo innovazione e sviluppo, in particolare di piccole e medie imprese. In ciò, sicuramente, aiutati dal conseguente “ritorno dei cervelli”;

ü  fosse garantito un giusto stato sociale.

Di tutto questo, che sarebbe ciò di cui l’Italia ha realmente bisogno per sollevarla dall’attuale situazione di crisi economica e sociale in cui è sprofondata, nel pomposo programma del Governo Renzi (vedi anche Legge di stabilità 2016) non vi é traccia, al massimo si trova qualche timido accenno.

o   La verità è che il “ballista di Firenze” è la maschera, ingigantita da un sistema di informazione compiacente, che la vecchia Casta parassita (politici, lobbisti, piduisti, banchieri, manager e dirigenti pubblici corrotti, tutti ladri ed ipocriti) si è messa per frodare, ancora una volta, il popolo italiano. 

o   La verità è anche che il subdolo “partito democratico”, e in generale l’intero sistema dei partiti, pensa di sopravvivere alle proprie malefatte nascondendosi dietro la tanto giovane quanto ingannevole faccia del fantomatico rottamatore fiorentino.

o   La verità è che il raccontatore di frottole di Firenze, una gemmazione dell’incantatore di Arcore, è uno strumento della Casta che ci ha governato (o meglio fregato) negli ultimi 30 anni e che non vuole togliersi dai coglioni come invece dovrebbe.  

Per tutto quanto esposto, il Movimento Rivoluzionario d'Italia (MoRdI) dice basta al perpetuarsi di questo squallido teatrino della politica ipocrita dell'inganno, dell'inciucio e del malaffare a regia PD che, con disinvoltura, dice di voler riformare tutto affinché nulla cambi. Prova ne è anche il fatto che in questi giorni, senza pudore alcuno, è  tutta impegnata a raccontare la pagliuzza di Quarto, mentre ignora / finge di non vedere la trave di "Mafia Capitale" e più in generale della miriade di amministratori dell'intera nomenclatura partitocratica (del PD, di FI e del NCD in particolare) corrotti, ladri e affiliati ad associazioni mafiose e/o massoniche, in buona parte indagati o già condannati. In ciò, ovviamente, sostenuta da un intero sistema di informazione asservito, ipocrita e disdicevole. Vergognoso! 
Alla fine, vedrete, al sistema dei partiti neanche il decantato "Italicum", comunque studiato per fottere il popolo e garantirsi la sopravvivenza, le starà più bene. E alle prossime elezioni politiche (2018) si andrà con il "Consultellum" (proporzionale puro voluto dalla Consulta, ovvero dal sistema partitocratico), dove tutti i vecchi partiti (PD, FI, NCD, FdI, LEGA, SEL, ecc.), ipocritamente uniti, cercheranno di fermare la volontà di cambiamento popolare, facendoci rimpiangere persino il bistrattato "Porcellum". E, in barba al tanto decantato cambiamento del Governo Renzi, il ritorno alla "Prima Repubblica", con attori infinitamente peggiori, sarà compiuto.

Cambiamo e Rinnoviamo l’Italia!

Abbattiamo la Casta parassita che vuol “cambiare tutto affinché nulla cambi”!


Viva la Rivoluzione! Viva il Movimento 5 Stelle



- F. Mannoia, la mia rivoluzione:  https://www.youtube.com/watch?v=dOR7nmmJAc8

- F. Mannoia, io non ho paura:  https://www.youtube.com/watch?v=arDiAz6zOXc

- F. Mannoia, ho imparato a sognare:  https://www.youtube.com/watch?v=iKsm2FKQdYw

- F. Mannoia, il cielo d'Irlanda:  https://www.youtube.com/watch?v=C-BQwlEeNvg

- F. Mannoia, camice rosse:  https://www.youtube.com/watch?v=-XawmwigMYg

- F. Mannoia, Giovanna D'Arco:  https://www.youtube.com/watch?v=M6-9WZQMT2I

- F. Mannoia, Dio è morto:  https://www.youtube.com/watch?v=OInY_trTUQI

- F. Mannoia, i treni a vapore:  https://www.youtube.com/watch?v=BbKuC92zvqM

- F. Mannoia - P.A. Bertoli, pescatore:  https://www.youtube.com/watch?v=qVgsf9UySOI


F. De Andrè, la canzone del maggio:  

1. versione originale >   http://www.youtube.com/watch?v=wLUFqXmFyog

2. versione dopo censura >   https://www.youtube.com/watch?v=fGpOn0udvXs 

- F. De Andrè, nella mia ora di libertà :   http://www.youtube.com/watch?v=_VJnAQ2xYU0

- F. De Andrè, la cattiva strada:   http://www.youtube.com/watch?v=ZyjWdyKKV-8

- F. De Andrè, il testamento di Tito:   http://www.youtube.com/watch?v=MI_Tz3tzMDE

  
- P. Bertoli, a muso duro:   http://www.youtube.com/watch?v=VtQ9RFWl1XU

- P. Bertoli, non vincono:   http://www.youtube.com/watch?v=iOUTrOrhzYw 

- P. Bertoli, Italia d’oro:    http://www.youtube.com/watch?v=ifIVo2xMwOA

- P. Bertoli, voglia di libertà:   https://www.youtube.com/watch?v=LC1IhamhrNE

- P. Bertoli, rosso colore:   http://www.youtube.com/watch?v=BOeOcnfng_c

- P. Bertoli, spunta la luna dal monte:   http://www.youtube.com/watch?v=zEtAVF2xBKY

- G. Gaber, il voto:    http://www.youtube.com/watch?v=X-QXXOiUVXw

- G. Gaber, destra sinistra:   http://www.youtube.com/watch?v=ubKNXXwRnOY

- G. Gaber, la democrazia:   http://www.youtube.com/watch?v=7R2UyNLdxJQ

- G. Gaber, la libertà:   http://www.youtube.com/watch?v=nulKUZ1sWlA

- G. Gaber, il corrotto:   http://www.youtube.com/watch?v=jMuaMUBO7jk

- G. Gaber, qualcuno era comunista:   http://www.youtube.com/watch?v=zXKRA3HDsrw

- G. Gaber, la strana famiglia: http://www.youtube.com/watch?v=p4FC7QWTS7I

Movimento Rivoluzionario d'Italia (MoRdI)

aderisci al movimento scrivendo a:


movimentorivoluzioneitalia@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento